Sensibilita al sale

Non sottovalutiamo la Sensibilità al sale

Una problematica pericolosa e in rapida diffusione: ecco la sensibilità al sale

La sensibilità al sale è una patologia che si sta diffondendo e talvolta incontra difficoltà nella diagnosi data la natura della sintomatologia stessa. Dalla pressione alta al mal di testa, talvolta con picchi massimi proprio subito dopo l’assunzione di prodotti che lo contengono.

Questa problematica pare trovare la causa nella genetica, sembrerebbe infatti che chi ne sia affetto manifesti una predisposizione con presenza dei geni SLC4A5 e ACE. Rispettivamente il primo dei due riveste un ruolo nel trasporto del sodio e del bicarbonato all’interno dell’organismo, mentre il secondo favorisce la produzione di angiotesina II, vasocostrittore molto potente. Chi li possiede pertanto presenta una maggior propensione all’ipertensione rispetto a coloro che non li hanno.

Sintomi della sensibilità al sale e diagnosi

Sicuramente i sintomi più comuni sono forti rialzi di pressione e mal di testa, così come soffrire di ipertensione potrebbe rappresentare un campanello d’allarme. Questa problematica alimentare infatti rappresenta una condizione molto pericolosa, predisponendo maggiormente l’organismo al rischio di ictus e infarto.

Eccedere con il sale del resto non è bene per nessuno, infatti moltissimi medici ne consigliano un consumo moderato per prevenire il rischio di problematiche cardiache.

La vera e propria diagnosi per verificare la presenza di sensibilità al sale però, potrebbe risultare particolarmente difficoltosa, in quanto attualmente il Sistema Sanitario Nazionale non dispone di esami specifici. Per questa ragione, se si pensa di soffrire di tale problematica, potrebbe essere utile rivolgersi a centri privati in grado di fornire una risposta reale per andare a verificare l’eventuale presenza di questa patologia e, conseguentemente, correre ai ripari.

Condividi su:

2 Comments

  1. Salve a 2 settimane che mangio molto salato e mi procura tipo gonfiore al collo tipo bozza mi sento gonfia e fiato corto cosa fare? Grazie

  2. […] la tradizione tedesca e austriaca. Tuttavia, mi sono permessa un solo cambiamento, che riguarda il sale, la spezia che impatta meno dal punto di vista organolettico. Nello specifico, ho sostituito il […]

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Search

+