Celiachia e intolleranza al lattosio

Spesso i soggetti affetti da celiachia manifestano anche intolleranza al lattosio. Le due patologie possono coesistere e andare a condizionare la vita di chi ne è affetto.

La celiachia, malattia autoimmune con predisposizione genetica, porta spesso con sé ulteriori problematiche, una delle quali è l’intolleranza al lattosio. Quest’ultima in Italia, si stima colpisca una media del 54% della popolazione, con picchi al nord del 52% ed in Sardegna addirittura del 85%! Se questi dati sembrano estremamente alti, pensate che nelle aree sud africane e in Cina, Giappone e zone del sud-est asiatico, i soggetti affetti sono compresi tra il 90 e il 100% della popolazione locale.

Da alcuni studi è stato inoltre dimostrato come nei soggetti affetti da celiachia la percentuale degli intolleranti anche al lattosio sia estremamente elevata.

Perché i celiaci soffrono spesso di intolleranza al lattosio?

L’intolleranza al lattosio spesso coesiste con la celiachia in quanto quest’ultima, in fase diagnostica, presenta nel paziente atrofia dei villi intestinali estremamente marcata. Di conseguenza la lattasi, ovvero l’enzima deputato alla scomposizione, e conseguente digestione, del lattosio, viene prodotta proprio a livello dei villi intestinali. Quando questi ultimi risultano atrofizzati o completamente assenti, la produzione della lattasi risulterà pertanto deficitaria, se non completamente assente.

Questo fattore non significa però che si rimarrà intolleranti al lattosio a vita, ma sicuramente verrà suggerita una dieta che esclude gli alimenti che lo contengono in attesa che la struttura intestinale si ripristini e sia in grado di digerire e scomporre questo zucchero presente nel latte. Non sempre però questo accade, forte del fatto che comunque l’intolleranza al lattosio colpisce un numero elevato di soggetti adulti. In questo caso come è possibile convivere con celiachia ed intolleranza al lattosio?

Dieta senza glutine e senza lattosio: consigli utili

Una volta accertata in via definitiva anche l’intolleranza al lattosio attraverso il Breath Test, dovrete procedere all’eliminazione di questo allergene, oltre appunto al glutine.

Fortunatamente la scelta sul mercato attualmente è ampia e molti prodotti industriali gluten free, sono anche privi di lattosio trattandosi di una problematica comune a molti celiaci. Quindi oltre a dire addio a tutti i prodotti contenenti glutine, dovrete calibrare la scelta anche su quelli contenenti latte e derivati.

Pensate comunque che in commercio sempre più aziende scelgono di distribuire mozzarelle, formaggi, burro, latte e panna delattosati, ovvero sottoposti ad un processo per cui al prodotto viene aggiunto l’enzima lattasi, che gli intolleranti non producono, consumabili pertanto in tutta sicurezza.

Altri formaggi stagionati ne sono privi per natura, come ad esempio Parmigiano Reggiano, Grana Padano, gorgonzola, pecorino, groviera, provola ed emmenthal. Oltre a questi ne esistono altri con contenuto ridotto, consumabili pertanto saltuariamente.

Ultima opzione, se proprio non si riesce a stare senza lattosio, potrebbe essere quella di assumere appositi integratori di lattasi, utili in particolare quando si ha l’esigenza di mangiare fuori casa. Prestate attenzione però che gli stessi riportino la dicitura “senza glutine” se il vostro problema comprende anche la celiachia.

Condividi su:

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Search

+