Il vino è gluten free?

Il vino è gluten free? Scopriamolo!

Vi state chiedendo se il vino gluten-free? Sì, lo è, ma ci sono alcuni dettagli da valutare

Sono molti coloro che si chiedono se il vino è gluten-free oppure no. La risposta che si dà a questa domanda, in genere, è affermativa, proprio perché l’uva è naturalmente priva di glutine e i lieviti che contiene non sono ricavati da “idrolizzati” di frumento. Il vino bianco, quello rosso e le relative varietà, quali lo spumante e i diversi distillati, sono quindi da ritenersi adatti a coloro che necessitano di stare alla larga da questa nota proteina.

Tra l’altro, non è difficile trovare vini gluten-free pregiati e di eccellente qualità: sono venduti nei locali di ristorazione, negli e-commerce online e, chiaramente, negli specifici reparti dei supermercati. Però, bisogna comunque prestare attenzione: durante la produzione non devono essere utilizzate le farine di frumento per conservare le botti, né tantomeno coloranti o sostanze aromatiche che potrebbero contenere il glutine. Inoltre, neanche rischio di contaminazione è facile da escludere. Pertanto, andiamo ad analizzare la situazione nel dettaglio.

Le indicazioni da prendere in considerazione di un vino gluten free

Sicuramente, quando si parla di “contaminazione”, si ha a che fare con tracce molte piccole di cereali non concessi in una dieta senza glutine. Nonostante questo possa sembrare un rischio minore e poco problematico, è sempre meglio consultare il medico, che potrà consigliare la soluzione da adottare quando si parla di vino e alimentazione gluten-free.

Infatti, essere celiaci non vuol dire rinunciare al gusto o non cucinare con passione, ma prestare attenzione è costantemente fondamentale al fine di salvaguardare il benessere dell’organismo.

La lista di alimenti e bevande da poter consumare per soddisfare il palato è vasta e varia: basta soltanto informarsi adeguatamente e fare una spesa accurata. Anche quando si tratta di vino, è un bene conoscerne a fondo gli ingredienti e le modalità di produzione.

Per questo, almeno la prima volta, sarebbe opportuno acquistare direttamente dal produttore, che saprà rispondere a tutte le domande del caso, nonché dare informazioni specifiche che non sempre un venditore può dare. In generale, leggere con attenzione le etichette è un’abitudine da non sottovalutare.

Il vino gluten-free e i processi di lavorazione: ecco altri elementi da considerare

Come anticipato, durante la scelta di una buona bevanda, informarsi sui processi di lavorazione è importante: solo in questo modo si potrà avere la certezza che non vi siano rischi di contaminazione e che nel prodotto non siano presenti tracce di frumento e grani vietati nella dieta dei celiaci.

Ad ogni modo, è opportuno sapere che in osservanza della normativa della Comunità Europea, tutte le informazioni riguardanti gli ingredienti, la presenza di glutine e i processi di lavorazione vanno necessariamente e obbligatoriamente riportate sulle etichette.

Quindi, non disperate: mangiare alimenti senza glutine non è difficile come sembra e neanche trovare vini gluten-free lo è. L’alimentazione studiata per favorire il benessere, nonostante la celiachia, non comporta tutte le privazioni che immaginate.

Tra l’altro, con il tempo ci si abitua a questo nuovo stile di vita e si riuscirà ogni volta a portare in tavola piatti prelibati e sani, e bevande totalmente sicure.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Search

+