La carne contiene glutine?

La risposta a questo quesito è no, la carne è senza glutine. Molti infatti temono che gli animali consumando cereali contenenti glutine, ne contengano tracce anche nella loro carne.

Il dubbio sulla presenza di glutine nella carne animale è uno dei più gettonati sul web, con teoria talvolta pressoché fantasiose e nate da qualche strana credenza. Sebbene infatti gli animali si nutrano di cereali contenenti glutine, la proteina non rimane all’interno delle carni dell’animale, pertanto impossibile che crei alcun disturbo al soggetto celiaco.

La carne, che sia bianca, rossa o nera, è sempre concessa nell’alimentazione di chi deve evitare il glutine, unica accortezza da seguire sta nella preparazione e nella cottura della stessa. Lasciando da parte le idee nate dalla fervida immaginazione di alcune persone, il consumo di carne rappresenta un apporto considerevole di proteine animali. La carne fresca non dà alcun problema, più attenzione deve essere prestata in presenza di semilavorati, quali salsicce, hamburger, polpettoni e arrosti ripieni, che potrebbero talvolta risultare miscelati con farine e altri ingredienti. Stesso discorso per polpette e prodotti che richiedono panatura dove ovviamente, per risultare idonei, la stessa deve essere gluten free.

Gli insaccati devono riportare la dicitura “senza glutine” per risultare adatti al consumo da parte di una persona celiaca, dettaglio che ormai è presente quasi su tutti i prodotti delle principali marche in commercio.

Per quanto concerne cosce di pollo, bistecche e tagli qualsiasi, sebbene possano essere lavorati in aree ove presente glutine (cosa ormai assai rara), a scanso di equivoci, potranno essere tranquillamente sciacquati sotto l’acqua corrente.

Tipologie di carne e intolleranze

La carne può essere suddivisa in tre categorie:

  • Carni bianche, ovvero pollo, tacchino, gallina, gallo, galletto, capretto, coniglio, vitello, agnello e cappone
  • Carni rosse, ovvero manzo, cavallo, pecora, capra, bufalo e maiale
  • Carni nere, ovvero cinghiale, camoscio, cervo, capriolo, lepre, fagiano, pernice, quaglia, beccaccia, anatra, oca, faraona e piccione

Per i soggetti affetti da celiachia abbiamo già appurato che la carne può essere consumata, facendo attenzione a semilavorati ed insaccati. Per gli intolleranti al lattosio vale la medesima regola di chi deve consumare alimenti gluten free.

La situazione risulta invece differente per chi affetto da intolleranza al nichel, che dovrà evitare il fegato di qualsiasi animale, nonché prestare attenzione alla cottura della stessa e ai materiali impiegati per la preparazione.

Chi invece soffre di intolleranza all’istamina dovrà invece rinunciare a carni lavorate, insaccati, affettati e carne essiccata.

Condividi su:

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Search

+