Cos’è la dermatite erpetiforme, spesso sintomo di una celiachia non diagnosticata?

Questa particolare eruzione cutanea rappresenta spesso un campanello d’allarme verso una patologia autoimmune: scopriamo assieme di cosa si tratta

La dermatite erpetiforme di Duhring è una manifestazione cutanea caratterizzata dalla comparsa di vescico-bolle raggruppate in maniera simile a quelle che si presentano con una semplice orticaria, estremamente pruriginose. Questa particolare eruzione cutanea è spesso legata alla celiachia, malattia autoimmune di cui molto spesso abbiamo parlato, nonché caratterizzata da una sintomatologia estremamente variegata.

Questa dermatite spesso è associata appunto alla presenza del morbo celiaco nei soggetti ove si manifesta. Le caratteristiche principali di questa patologia, e che dovrebbero far pensare alla presenza della dermatite erpetiforme, sono:

  • Presenza di bolle e vesciche, simili a quelle dell’herpes, raggruppate in specifiche aree della pelle
  • Colorazione rossastra delle aree colpite
  • Intenso prurito
  • Manifestazioni che aumentano e regrediscono in funzione di quanto assimilato.

Dermatite erpetiforme e celiachia: è possibile guarire?

Chi è affetto da questa problematica deve sapere che è dovuta all’accumulo di immunoglobuline A (IgA) nella pelle, fattore che scatena altri meccanismi immunitari con la conseguente formazione di lesioni. Si tratta pertanto di una manifestazione “esterna” della celiachia, in quanto si stima che una percentuale variabile tra il 15 e il 25% delle persone affette da questo morbo, ne soffra.

La dermatite erpetiforme pare colpisca principalmente gli uomini, in particolare quelli di età compresa tra i 30 e i 40 anni, di etnia europea settentrionale, mentre asiatici e africani non sono soggetti a questa patologia.

Solitamente per la cura della dermatite erpetiforme vengono somministrati specifici farmaci per eliminare le eruzioni cutanee, dopodiché, se non ancora diagnosticata, vengono effettuati i test diagnostici per confermare la presenza della malattia celiaca. Una volta avuta la certezza dell’esistenza di quest’ultima patologia, si dovrà seguire una dieta rigorosamente priva di glutine, la quale andrà a risolvere i problemi precedentemente riscontrati.

Di norma le eruzioni cutanee dovute alla dermatite di Duhring tenderanno a scomparire nel giro di 6 mesi dall’inizio della dieta priva di glutine, periodo dopo il quale verrà anche suggerita l’interruzione della cura farmacologica, in quanto non più necessaria.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Search

+