Come mai i prodotti senza lattosio sono digeribili dagli intolleranti?

Sicuramente molte persone se lo saranno chiesto, ma latte, mozzarella, ricotta e yogurt senza lattosio come vengono prodotti per risultare tollerati?

Gli intolleranti al lattosio a causa di un deficit nella produzione dell’enzima lattasi, non sono in grado di scindere questo zucchero complesso contenuto nel latte, in due semplici e digeribili, glucosio e galattosio. Per via di questa problematica pertanto i soggetti che ne sono affetti devono ridurre drasticamente o eliminare del tutto il consumo di latticini, salvo l’assunzione per via orale dell’enzima lattasi prima di consumare prodotti caseari.

Fortunatamente però, oltre all’esistenza di formaggi per loro natura privi di lattosio, anche la scienza e l’industria sono venute in aiuto, probabilmente visto anche il numero sempre crescente di persone affette da questa patologia. Sono infatti stati creati formaggi, latte, yogurt e latticini delattosati. Ma come funziona questo processo che rende digeribili questi alimenti agli intolleranti al lattosio?

L’idrolisi: il processo che consente la scissione del lattosio

I latticini privi di lattosio vengono realizzati sottoponendo il latte ad un processo di idrolisi, ovvero una scissione enzimatica tramite acqua che è in grado di ridurre la presenza di questo zucchero fino al 70%. Questo meccanismo viene attivato grazie all’aggiunta dell’enzima lattasi, in particolare quello di lieviti e fungino, i quali agiscono a temperature medie e in un mezzo acido a temperature elevate.

Semplificando il concetto, nei latticini delattosati, il lattosio viene già scomposto nei relativi zuccheri semplici, come se fosse già stato digerito dall’organismo, non andando a creare pertanto alcun problema di intolleranza.

Questo processo inoltre non va ad alterare il sapore dei latticini, rendendo pressoché indistinguibili al gusto quelli contenenti lattosio da quelli che ne sono privati. Anche le caratteristiche nutritive rimangono identiche tra loro, tranne per il fatto che quelli delattosati hanno un contenuto di lattosio pari allo 0,01%.

La maggior parte degli intolleranti al lattosio è pertanto in grado di consumare e digerire in tranquillità i prodotti delattosati.

Condividi su:

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Search

+