Chi mangia senza glutine dimagrisce?

Spesso alcuni lo affermano, ma non vi è alcuna prova scientifica in favore di questa tesi

Molte persone hanno la convinzione che mangiare alimenti privi di glutine aiuti a perdere peso. Non si sa bene da dove nasca questa credenza, forse la presenza di quel “senza” davanti fa pensare a qualcosa di più leggero soltanto perché privo di un componente che in altri cibi si trova, ma così non è.

Purtroppo questa credenza ha trovato così ampia diffusione perché sostenuta anche da celebrità di fama internazionale, come Gwyneth Paltrow, Lady Gaga e Victoria Beckham. Certo è che queste figure non sono né medici né scienziati, pertanto bisognerebbe limitare la loro credibilità al loro solo ambito artistico e non certo quello salutistico.

Consumare alimenti senza glutine non equivale a orientarsi verso una scelta light, perché del resto non è questa proteina la nemica di chi desidera perdere peso e tornare in forma. Il glutine conferisce friabilità ed elasticità ai prodotti per natura, senza che gli stessi necessitino di ulteriori aggiunte di grassi saturi idrogenati e zuccheri, come invece spesso capita agli alimenti destinati alla dieta dei celiaci per renderli più appetibili. In sostanza i prodotti pronti gluten free sono solitamente più grassi e sostanziosi e, se scelti senza prestare attenzione reale alle etichette, si rischia di incappare nella situazione opposta, ovvero mettere peso.

Esistono inoltre una serie di studi che provano come una dieta gluten free non faccia assolutamente dimagrire ma, ove la stessa risulti equilibrata, nemmeno ingrassare.

Dieta senza glutine: quali accortezze seguire per trovare il proprio peso forma

Per prima cosa è bene specificare che chiunque desideri rimettersi in forma dovrebbe appoggiarsi a dietologi e nutrizionisti per in modo tale da seguire un profilo alimentare calibrato e studiato attorno alle singole esigenze, problematiche e patologie.

Se però il desiderio è solo quello di restare in forma mantenendo il proprio peso senza ingrassare e appesantirsi, ma nemmeno senza perderne, è bene seguire alcune semplici pratiche. Spesso molti soggetti appena intraprendono una dieta priva di glutine a seguito della diagnosi di celiachia si trovano a ingrassare. Le ragioni possono essere molteplici, dal desiderio di assaggiare nuovi cibi talvolta eccedendo in quelli industriali e troppo grassi, ma ancor più per un semplice stato di ritrovato benessere, dove i villi intestinali stanno riprendendo la propria funzionalità andando ad assimilare i principi nutritivi, cosa che in precedenza non accadeva visti i danni causati dal glutine.

Nel caso in cui si desideri seguire la propria dieta priva di questa proteina senza però correre il rischio di prendere troppo peso, è bene prestare attenzione ad alcuni aspetti:

  • Se vi dilettate in cucina meglio evitare l’impiego di mix pronti di farine, bensì utilizzarle in purezza e miscelarle autonomamente, in quanto spesso le miscele vedono l’aggiunta di addensanti e zuccheri
  • Meglio ovviamente optare per dolci fatti in casa rispetto alle classiche merendine industriali
  • Non eccedere con pasta e riso, come per ogni regime alimentare sarebbe meglio consumare a pranzo i primi piatti evitandoli a cena
  • Iniziare la giornata con una ricca colazione ridurrà il senso di fame durante la mattinata e quindi il ricorso a snack e stuzzichini
  • I legumi sono ottimi sia in sostituzione delle proteine animali che dei carboidrati, pertanto mai dimenticarseli all’interno della propria dieta
  • Frutta e verdura sono sempre un ottimo alleato!
Condividi su:

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Search

+