Allergie e intolleranze: quali sono le differenze?

Due concetti che spesso provocano confusione, ma è bene specificarlo: allergie e intolleranze non sono la stessa cosa

Molto spesso le persone ignorano la differenza tra allergie ed intolleranze pensando si tratti di due concetti sinonimo l’uno dell’altro, ma in realtà non è così.

Quando si parla di queste problematiche solitamente si fa riferimento a reazioni particolari che si hanno all’assunzione di determinati alimenti, questo però non significa che siano la medesima cosa. Se da un lato evitare l’assunzione del cibo incriminato possa risultare la soluzione per entrambe le problematiche, dall’altro la risposta data dall’organismo è di natura diversa a seconda che ci si trovi di fronte ad un’intolleranza o a un’allergia.

Cos’è un’allergia?

Per allergia si intende una reazione eccessiva da parte del sistema immunitario in presenza di un fattore scatenante e provocata da particolari anticorpi.

Le principali caratteristiche che differenziano l’allergia da un’intolleranza sono specificità e velocità.

La reazione degli anticorpi è dovuta alla presenza esclusiva di una sostanza, manifestando pertanto una specifica reazione in presenza della stessa. La velocità invece sta ad indicare la reazione immediata (solitamente compresa in un lasso di tempo variabile da 5 a 30 minuti) che presentano gli anticorpi in presenza dell’allergene scatenante.

La possibilità di soffrire di allergie presenta inoltre una componente genetica, ovvero pare che con genitori affetti da allergie, aumenti la possibilità del 40-60% di trasmissione al figlio.

Un fattore che caratterizza le allergie è la possibilità di subire uno shock anafilattico, ovvero una reazione estremamente forte e rapida nei confronti di un alimento o una sostanza, che nel peggiore dei casi potrebbe portare anche alla morte. In questi casi è bene intervenire iniettando adrenalina che limiterà la reazione dell’organismo all’allergene.

intolleranze e allergie

Cosa si intende per intolleranza?

L’intolleranza invece è rappresentata dall’ipersensibilità ad alcune sostanze, senza che però venga rilevata alcuna allergia specifica. Non è provocata da alcuna risposta da parte di specifici anticorpi, ma si ha comunque una reazione negativa e non necessariamente immediata all’ingestione di alcune sostanze.

Per le intolleranze non sempre esistono test sicuri, fatta eccezione di quella al lattosio, dovuta all’incapacità in alcuni individui di produrre la lattasi, ossia l’enzima necessario alla scissione del lattosio nei suoi componenti, consentendone la digestione.

Esistono poi altre intolleranze per le quali però non vi sono informazioni sicure e precise in merito alla diagnosi. Per quanto concerne invece la celiachia, si parla di un’intolleranza permanente al glutine, dovuta ad una risposta del sistema immunitario e, in questi casi, esistono specifiche analisi per la diagnosi avendo anche una base genetica.

Ultima cosa da specificare è che per quanto concerne intolleranze e celiachia non esiste alcun rischio di shock anafilattico.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Search

+