latte d'asina

Latte d’asina: perché preferirlo per i neonati prematuri

Latte d’asina: la sana alternativa al latte materno/vaccino

Il latte d’asina non è solo sano e genuino, ma anche più indicato per la crescita dei bimbi nati prematuri. È questo quello che emergerebbe da uno studio condotto da un team di ricercatori dell’Istituto di scienze delle produzioni alimentari del Centro nazionale delle ricerche (Cnr) di Torino. Questo latte è per questi bimbi ideale, in quanto dimostratosi in grado di ridurre i segni di intolleranza alimentare dovuti all’assunzione del latte materno.

Che il latte materno, così come quello vaccino, possa spesso cagionare distensioni addominali è ormai noto. Le possibili problematiche legate a questo disturbo sono davvero tante, al punto che il latte d’asina inizia ad essere consigliato un po’ a tutti per via del dilagare delle intolleranze al latte, quindi sembra sia da preferire non solo da parte degli adulti, ma anche per l’allattamento dei neonati.

Prematuri: perché farebbe loro bene il latte d’asina?

Se fino a qualche tempo fa nessuna donna al mondo avrebbe dato anche una sola goccia di latte alternativo a quello materno al proprio bimbo, oggi le cose sono cambiate parecchio. Nel tempo si è infatti progressivamente passati al latte in polvere, soluzione non da tutti consigliata e non a tutte le mamme gradita. Sembra che questo latte artificiale, panacea per le industrie alimentari, non regga in confronto con il latte d’asina neppure in minima parte.

asina

Il latte d’asina, più volte analizzato dai ricercatori, ha fatto emergere caratteristiche chimico-fisiche del tutto simili a quelle del latte materno umano. Ecco la ragione per la quale viene spesso definito un latte artificiale biologico. Ma c’è dell’altro: Il latte d’asina è per di più particolarmente utile nei casi di allergie e intolleranze al lattosio, che da piccini non è facile riscontrare e che sembrano diffondersi a macchia d’olio oggi.

Latte d’asina e apporto nutrizionale ad hoc per i lattanti

La ragione per la quale questo latte sarebbe indicato per i lattanti e, in particolare, per il bimbi prematuri, è legata al suo rapporto equilibrato tra i diversi grassi essenziali, tra i quali prevalgono in maniera significativa quelli con azione antiinfiammatoria e protettiva vascolare. Ciò rende il latte d’asina ottima fonte energetica, indicata proprio per i prematuri che, notoriamente, hanno bisogno di acquistare il loro normo-peso nel minor tempo possibile, ma al tempo stesso naturale e non forzato.

Il latte d’asina, per tutti questi motivi, è, lì dove possibile, da preferire assolutamente a qualsiasi latte artificiale per neonati. Il consiglio è naturalmente quello di chiedere consiglio prima al proprio pediatra. Questo latte è davvero un dono della natura a beneficio della salute dei nostri figli…e se lo è per loro, perché non dovrebbe esserlo anche per noi adulti?

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Search

+