Benvenuto nel Mondo delle Intolleranze

A Milano per una notte al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia con il Food Truck

Cult Night l’hanno chiamata gli organizzatori dell’apertura serale del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci a Milano. Nel piazzale del Sottomarino Toti un programma di musica e street food, giovedì 13 giugno ha spinto molti milanesi ad entrare al Museo alla scoperta delle sale più grandi, quelle delle locomotive, quella del catamarano Luna Rossa sospeso alle travi dell’hangar a fare da cielo avveniristico al dj set karaoke in ascolto di tantissime giovani voci in coro con testi di canzoni trasversali a più generazioni.

Fuori, in anticamera all’immensità del più che raccontato sottomarino Toti, il corteo dei food- truck diversi nell’offerta delle proposte soluzioni appetito serale, caratteristici nella struttura brandizzata. Sul BedFord inglese del Consorzio “Brianza che nutre”, c’eravamo noi, la squadra dell’Associazione “Il mondo delle intolleranze”.

Ci avevano chiesto di essere diversi nel contesto street food, offrendo salato anche in versione vegetariana e vegana. Nessun problema, ha detto Tiziana Colombo, diversi già lo siamo nella scelta della nostra strada percorsa tra le anse delle intolleranze alimentari, perché sì, intolleranti lo siamo al glutine, al lattosio, al nichel, ma la natura dei nostri pensieri non può che essere tollerante. Come faremmo altrimenti a sostenere la diversità?

Pubblico giovane e anche molto giovane, curioso poco, ancora legato al consueto, allo schema mentale dell’ovvio che non fa pensare troppo a quanto finisce in bocca. Ma chi ha apprezzato le nostre insalate vegetali e di riso, i nostri panini con i Salumi Pasini, non è rimasto a bocca aperta preso dal gusto ben mixato dell’insieme degli elementi in ricetta.

Alle insalate di misticanza hanno fatto concorrenza i germogli, i microortaggi regalati all’Associazione da … che hanno offerto quel tocco in più di tendenza in uno street food che per intolleranti è, ma come recita anche l’insegna del truck serigrafato dall’aforista editore Alberto Casiraghy,  anche gourmet deve essere. Gli unici noi!

Loredana Fumagalli

Loredana Fumagalli

VIEW ALL POSTS

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *