Benvenuto nel Mondo delle Intolleranze

Fibromialgia: cibi sì e cibi no. Un aiuto dall’alimentazione

Fibromialgia: cibi sì e cibi no. Un aiuto dall’alimentazione

Organizer

Il Mondo delle Intolleranze

Website: https://www.eventbrite.it/o/il-mondo-delle-intolleranze-8259093774
Venue

Il Mondo delle Intolleranze

Via delle Industrie 24, 20060 Basiano

Basiano, Lombardia, IT, 20060

Incontro con il Dr. Monzani Marco e il Dr. Uberti 


L’argomento fibromialgia negli ultimi anni sollecita interrogativi e dubbi come mai prima d’ora. Trattasi, infatti, di una malattia subdola, in quanto “invisibile” che causa in particolare dolore ai muscoli ed alle ossa, andando a colpire diversi punti del corpo contemporaneamente, soprattutto gambe, schiena e legamenti delle braccia. Come si comprende facilmente, è facile quindi che venga confusa con semplici dolori muscolari, anche se presenta una natura più estesa e effetti più invalidanti.


Questa malattia è per di più molto diffusa: interessa circa due milioni di italiani, al 90% il sesso femminile, di queste soprattutto giovani donne sottoposte a stress particolarmente intenso. La fibromialgia è una condizione patologica i cui sintomi tipici sono prima di tutto di carattere doloroso, ma non solo, essendo corredata da altri disturbi aspecifici e invalidati, quali spossatezza, fatica a muoversi con rapidità e stanchezza.


Esiste un legame tra intolleranze e fibromialgia ? Gli esperti si stanno ancora interrogando sul punto: del resto la vicenda è tutt’altro che di facile risoluzione.


Come è complessa la natura stessa della fibromialgia, patologia ancora oggi difficile da curare o debellare. Per capirci, con il termine fibromialgia s’intende una condizione di dolore cronico diffuso e dalla presenza di punti di pressione dolorosi.


Una situazione di malessere che si manifesta anche con diversi sintomi quali la fatica, il mal di testa, i disturbi del sonno, il colon irritabile e notevoli sbalzi d’umore.


I nostri esperti vi spiegheranno come affrontare e scoprire questa patologia da vari punti di vista.


Donazione a partire da 1 euro